Annunci di Lavoro

Storia di Ravarino

Dove

Cenni Storici su Ravarino

Ravarino, come del resto tutta la zona del modenese, è stato certamente teatro di numerosi insediamenti umani già in tempi antichissimi grazie non solo alla favorevolissima collocazione geografica ma anche al clima ed alla fertilità dei terreni. Numerosi sono infatti i ritrovamenti che dimostrano la millenaria storia di questo luogo, tra questi vi sono anche alcuni elementi che narrano la storia del periodo romano e che riportano di vicende e battaglie proprio nei pressi del comune, allora noto come Borgo Franco o Orto Vecchio. Il Ravarino di allora si estendeva su di un territorio più ampio di quello odierno e poteva vantare certamente una ricchissima economia favorita anche dalla vicinanza della città di Modena.

Ciononostante, Ravarino compare come tale solo attorno all'anno 1000. Ufficilmente, infatti, Ravarino viene citato con questo nome all'interno di un documento del 1002 con il quale l'abate Rodolfo affitta alcuni dei propri terreni descrivendono nel dettaglio la posizione e le dimensioni. Numerose furono poi le vicende ce coinvolsero e sconvolsero Ravarino come l'assemblea che nel 1310 decretava la sottomissione del comune a bologna o come l'elevazione del comune al rango di feudo Nobile con il nome di Contea di Borgo Franco e di castel Crescente. Le cronache narrano anche di una leggendaria caduta del Visconti che, non molto lontano dall'attuale Palazzo Lavarino, avrebbe avuto la peggio nel grande conflitto per il possesso di Bologna.

Divenuto possedimento dei Rangoni, Ravarino, nel 1445, venne fortificato e dal XVI venne arricchito con numerosissimi palazzi e chiese di grande pregio. Ancora le vicende di Ravarino si susseguiranno fino a culminare nel 1643. In questo anno, passato alla storia come l'anno delle guerre, le truppe del Cardinale Barberini, dopo un lungo assedio, incendiarono e distrussero Ravarino e Stuffione rapendo le campane delle chiese che vennero poi trasportate a Bologna e qui suonate per la vittoria in piazza Maggiore. In fine, Ravarino venne aggregato ai comuni di Crevalcore ed a quello di Nonantola, rispettivamente nel 1804 e nel 1810, per poi riconquistare la propria autonomia nel 1859 con l'unità d'Italia.

Navigare Facile
I siti consigliati
Nonantola : Nonatola è un Comune facente parte della provincia di Modena, noto per la sua storica Abbazia. Descriviamo la sua storia e le informazioni geografiche. | Formigine : Formigine è una bella cittadina in provincia di Modena il cui sviluppo si deve principalmente alla costruzione del Castello,edificato dai modenesi nel 1201 per difendendere i confini del territorio ed intorno al quale è cresciuta nel tempo la città. | Castelfranco Emilia : Castelfranco Emilia è una terra di confine posta sulla antichissima Via Emilia, e situata esattamente a metà tra i territori delle due province,Modena e Bologna,da sempre nemiche e rivali, e che, ancora oggi, si contendono l'invenzione del | Pavullo nel Frignano : Pavullo nel Frignano è un comune della provincia di Modena, in Emilia Romagna. Ci occupiamo delle sue origini e delle informazioni inerenti al territorio di appartenenza. | Frassinoro : Il portale dedicato a Frassinoro, in provincia di Modena. Informazioni sul comune, la storia della sua antica Abbazia ed il turismo, soprattutto invernale. | San Prospero : Portale dedicato a San Prospero, comune situato in provincia di Modena, con informazioni sul comune, cenni storici e specialità enogastronomiche tipiche. |
Siti Dove Compro Passatempi Food
Navigare Facile Meteo Prestiti A portata di Mouse Risultati Calcio